Era meglio quando c'erano gli Squallor

Squallor: tutti i testi delle canzoni

Filumena

Autori: Cerruti, Bigazzi, Savio

Testo mandato da Fabio Fantini

Indice dei testi

'Stu mare 'e Mergellina m'o ricordavo blu
ce stava 'na sirena e mo' nun ce sta chiù
mi accompagnasti al treno e poi senza un perché
tu m'o faciste in mano dicendo "Pienza a me…"

E mo' che so' tornato, Filumena,
cu' sta valigia chiena e chesta voglia 'e te
te cerco e nun te trovo a 'sta matina
co' chisto coso in mano ca pare 'nu bebè
ricordo me faciste 'na prumessa
e diventasti rossa: "Un giorno tu l'avrai"
Mo' so' vent'anni ca me sogn'a fessa
Cu' stu penziero fisso 'e nun tradirti mai

Ma intanto si avvicina 'na specie di balena
Con un sorriso strano e 'o mazz'e fiori in mano

Ma 'sta chiattona fosse Filumena,
co' a vocca 'e 'na murena e' varicose blu
e mentre mi ricorda la promessa
un grande amore cessa e 'o cazzo mi va giù

Peccato che riparto domattina
Cercavo una bambina ca mo' nun ce sta chiù
O' tiempo passa e cagnan' e canzone,
'stu mare 'e Mergellina m'o ricordavo blu

Ma passa 'na guagliona, maronna quant'è bbona,
"Permette, signorina?" "Piacere, Filumena"

Stasera la vorrei portare a cena,
magari al chiar di luna per non lasciarsi più
ma lei risponde dandomi la mano
"Io faccio professione, alliscio il putipù"

C'è sempre una morale in questo mondo pazzo:
ognuno ha un grande amore che gli ha cacato il cazzo.
(Sei diventato anche un po' volgare… Non mi baciare… )

Gli altri testi