Era meglio quando c'erano gli Squallor

Squallor: tutti i testi delle canzoni

Black Out

Autori:

Indice dei testi

Daniele Pace & Cristina Moffa

Sigla del programma di Rai 1 “Black out”

(Pace) Non per vantarmi, ma si dà il caso, che io sia matto e vi do subito l’avviso.
(Moffa) Non per vantarmi, ma è una giornata che è così bella e poi mi sento innamorata.
(P. & M.) Non per vantarci, ma a noi l’amore, ci piace farlo ancora con in mano un fiore, lasciate stare che col progresso, si può finire tutti quanti dentro il cesso.
(Pace) Forse siam rimasti indietro, vogliate perdonarci, non per vantarci.
(Pace) Non per vantarmi, ma io scommetto, che non son mica il primo che ti porta a letto.
(Moffa) Ma che te frega, ma che te importa, tanto la vita non si vive un’altra volta.
(P. & M.) Non per vantarci, ma a noi l’amore, ci piace farlo come quando fuori piove, lasciate stare che col progresso, si può finire tutti quanti dentro il cesso.
(Pace) Forse siam rimasti indietro, vogliate perdonarci, non per vantarci.
(P. & M.) Non per vantarci, non per vantarci, se ci vantiamo che volete farci.
Non per vantarci, non per vantarci. Non per vantarci, non per vantarci, e se siam matti che volete farci, a noi l’amore, a noi l’amore, ci piace farlo ancora con in mano un fiore.
Non per vantarci, non per vantarci, e se siam matti che volete farci, non per vantarci, non per vantarci.
A noi l’amore, a noi l’amore, ci piace farlo con in mano un fiore, a noi l’amore, a noi l’amore, ci piace farlo ancora con in mano un fiore.

Gli altri testi