Era meglio quando c'erano gli Squallor

Intervista esclusiva a Giancarlo Bigazzi

Intervista a Giancarlo Bigazzi, per la quale si ringraziano gli autori del sito umbertotozzi.net (e dell’intervista) e il mitico Maurizio Cipolla

Stavamo facendo un’intervista attenti al microfono e ai livelli di registrazione e contemporaneamente con un occhio alla nostra interlocutrice, una cantante partecipante alla categoria “Giovani” quando ecco all’improvviso apparire davanti ai nostri occhi un viso noto… un signore di mezza eta’ intento a parlare al telefonino con un giubbino marrone e con un’aria vagamente familiare….
“Bruno molla tutto, quello è Bigazzi!!” Salutiamo frettolosamente la ns interlocutrice e lo fermiamo:
“Giancarlo, ti ricordi di noi??”,
Non lo vedevamo, appare abbastanza invecchiato ma sempre gentile e dai modi semplici come l’abbiamo conosciuto. Ci dice con l’inconfodibile accento toscano: “Ragazzi vi ho visti ancora ma non mi ricordo chi siete?”
Gli parliamo delle nostre interviste con Umberto e con Raf, di Verona, del Festivalbar, e poi gli diciamo “Ma lo sai che gestiamo un sito dedicato a Umberto?”
Lui ci dice, “Lo conoscevo, me ne ha parlato Masini… eh bella storia il successo di Umberto in Francia.”
Restiamo un po’stupiti, avremmo voluto ma non osavamo chiedere e invece, diretto come sempre, il Bigazzi ci toglie ogni imbarazzo e ci dice
“Bella la versione di Ti amo di Umberto e della ragazzetta… Incredibile il successo che ha avuto, una bella botta davvero. Non avrei mai creduto come autore di porter contare ancora su una canzone con così tanta storia alle spalle, Eh si, un grande colpo per Umberto.”
Prendiamo coraggio e gli diciamo “Maestro, cosa vuoi dichiarare ufficialmente al sito?”
Senza scomporsi ma con gli occhi che si fanno di un azzurro piu’intenso Giancarlo ci dice: “Non ho nulla di cosiddetto ufficiale da dichiarare, i rapporti con Umberto sono semplicemente neutri, in pratica non c’è niente né di positivo né di negativo tra noi al momento. Non c’è contatto ma neppure nessun contrasto, ”
“Ma come mai sei sparito dalla “scena che conta?”
“Ragazzi, io sono un produttore , ma sono finiti i tempi in cui c’erano Tozzi, Masini, Vallesi, Baldi, Non c’è ricambio, io vado ancora nei locali a sentire qualche giovane, tutti bravi tecnici, ma manca la personalità!”
“Ma lo sai quanti chiedono di te sul sito??” diciamo noi con palpitante ammirazione nel vedere una persona che ci ha messo in bocca migliaia di canzoni,
“E’ normale” dice sorridendo Bigazzi, “E anche molto bello, ma adesso non chiedetemi di più, io sono qui per Bobby Solo e Little Tony, sapete che sono abituato a guardare avanti. Però ancora non ci credo che in Francia impazziscono per Umberto, eh abbiamo fatto un buon lavoro, ragazzi.”
“Giancarlo, la facciamo una bella foto insieme???”
“Con piacere ragazzi, ci mancherebbe… salutatemi Verona… e gli amici del sito!”